Home » Disturbi e terapie » Disordini alimentari

Disordini alimentari

disordini alimentari paola rocchi psicologa

I disordini della condotta alimentare  concernono il rapporto tra l'ndividuo e il cibo.

Tra i principali ed i più diffusi ricordiamo l'Anoressia e la Bulimia.

Il primo è caratterizzato da un disturbo della immagine corporea, che porta la persona a pensare di essere grassa e di dovere perdere peso in modo significativo. Il dimagrimento porta ad una perdita del 25% e oltre del peso corporeo normale. Ciò avviene attraverso una alimentazione carente, un uso non legittimo di lassativi e diuretici, vomito auto-indotto,  il ricorso  a pratiche ginniche esagerate. Nelle femmine spesso si verifica amenorrea. I soggetti che soffrono di anoressia frequentemente mostrano una personalità con  tratti di perfezionismo. Nel contesto famigliare possono rilevarsi dinamiche caratterizzate da forti aspettative e atteggiamenti molto richiedenti verso il soggetto.

La bulimia è caratterizzata da episodi di abbuffate, in cui la persona teme di perdere il controllo, di non riuscire a fermarsi. Il vissuto è gravemente depressivo. Spesso segue il vomito auto-indotto. Anche in questo caso, si rileva una notevole apprensione per la propria immagine corporea, a cui spesso si demanda tutta la realizzazione di se', per contrastare le frustrazioni vissute negli altri ambiti della vita. La perdita di peso è meno grave che nei casi di anoressia.

 

La Psicoterapia è una modalità di cura dell’io, della persona (dal greco: psyckè, che significa “anima" e therapeia che significa “io curo”) che serve sia nel caso del disagio psichico dettato da un disturbo (d’ansia, depressivo, di relazione, etc), sia nel caso in cui si cerchi una crescita personale attraverso un processo di comprensione del sé (se si avverte una insoddisfazione, un bisogno di risposte, o di miglioramento della propria condizione).

 

Si realizza attraverso un dialogo profondo, metodico, rigoroso, scientifico con un esperto-dottore, formato sulla materia psicologica sia da un punto di vista teorico che da un punto di vista personale. (Anche se, dal punto di vista del paziente-utente, la seduta terapeutica sembra una chiacchierata leggera sugli ultimi accadimenti della settimana; oppure una narrazione libera che apre al racconto di vecchi nodi, traumi, incomprensioni che hanno bisogno di essere raccontati per venire riavvolti e definitivamente archiviati). La funzione del terapeuta è quella di strumento in grado di attivare il soggetto che vive il disagio, in modo che egli possa agire in prima persona il cambiamento su sé stesso.

 

Questo dialogo col terapeuta fornisce un ascolto attento e non giudicante, che fa sperimentare alla persona il senso dell’essere accolti, graditi, giusti, meritevoli; è proprio a partire da questa esperienza di accettazione di sé che si può cambiare, migliorarsi, rivedere i pensieri tossici e sostituirli con pensieri che curano (cioè che realizzano un buon adattamento all’ambiente).

 

Nel caso dei disordini alimentari, spesso ci si scontra con il perfezionismo attraverso cui la persona sofferente cerca di guadagnarsi l’affetto delle figure di riferimento, non riuscendoci, però, mai fino in fondo; oppure la vergogna per gli abusi subiti e per non essere riusciti ad evitarli e a resistervi. Risulterà chiaro come l’analisi dei pensieri, delle interpretazioni disfunzionali, della loro confutazione e sostituzione con valutazioni oggettive, basate sui dati, e fondate sulle teorie scientifiche della mente possa risultare terapeutico e latore di benessere e salute mentale. Questa analisi puntuale libera la persona dal senso di colpa, facendo riflettere sul fatto, ad esempio in un caso di abuso, che esiste una sproporzione di forze tra un minore e il suo aguzzino, anche quando l’adulto usa modi gentili e suadenti o ha la faccia amorevole di un parente.



Profilo

Dott. Paola RocchiPaola Rocchi è psicologa, psicoterapeuta e dottore di ricerca.

Già professore universitario e psicologa dirigente AUSL, ha frequentato corsi di specializzazione e condotto attività di ricerca presso diverse prestigiose università europee e statunitensi.

Da diversi anni esercita la libera professione come psicologo e psicoterapeuta a Reggio Emilia. Continua a leggere...

Contatti

E' possibile ricevere maggiori informazioni o concordare un appuntamento contattando telefonicamente o via e-mail la dottoressa.

Cell: 338 4743426

Tel: 059 3968145

EMAIL: [email protected]

Studio in Reggio Emilia - via U. Poli n°9D

Nello Studio della Dottoressa Rocchi è possibile pagare con POS (Bancomat e carte di credito)

Guarda la mappa
Invia un messaggio